FORMIT

Costituitasi nel 1985, Fondazione FORMIT è stata eretta in Ente Morale nel 1991 con Decreto del Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica. Nel 2004 ha acquisito lo status consultivo presso il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite.

La vocazione della Fondazione guida da sempre il suo operato in una duplice dimensione, nazionale e internazionale, ponendosi come interlocutore di istituzioni e organizzazioni realizzando progetti e attività di ricerca, di cooperazione internazionale, di trasferimento tecnologico, di supporto e consulenza strategica e di formazione su un ampio insieme di tematiche tra cui innovazione, sicurezza e nuove tecnologie.

FORMIT è presente con una organizzazione stabile in Italia, nelle città di Roma (dal 1985) e Napoli (dal 2003), e a Bruxelles (dal 1995).

Nell’ambito CBRNe, è significativa l’attività di capacity building di FORMIT realizzata in varie regioni del mondo con il supporto dell’iniziativa CBRN Centres of Excellence (CBRN CoE) attuata congiuntamente dalla DG Cooperazione e Sviluppo (DG DEVCO) della Commissione Europea, dallo United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute (UNICRI) e dal Centro Comune di ricerca della Commissione Europea (JRC).
All’interno dell’iniziativa CBRN CoE FORMIT ha preso parte al progetto CB-WASTE MANAGEMENT – “Knowledge development and transfer of best practice on Chemical and Biological WASTE management – Project 6” (2013-2014), al progetto “Bio-operate – Knowledge development and transfer of best practice on bio-safety/bio-security/bio-risk management – Project 25” (2013-2015) in Medio Oriente, al progetto “Strengthening Capacities in CBRN event response and related Medical Emergency response under strengthened CBRN event preparedness – Project 34” (2014-2017) in Medio Oriente, al progetto “Enhancement of CBRN capacities of South-East Asia in addressing CBRN risk mitigation concerning CBRN first response, biosafety and biosecurity awareness raising and legal framework – Project 46” (2015-2018) in Sud-Est Asia e al progetto CABICHEM – “Strengthening chemical and biological waste management in Central Asia countries for improved security and safety risk mitigation – Project 65” (2018-2020) in Asia Centrale.